Pallavolo SuperLega: Powervolley Milano Revivre, espugna Trento e vince il derby!

1a Giornata Andata Regular Season SuperLega UnipolSai
Strepitosa Revivre: all’esordio espugnato il PalaTrento. Il tie break premia Milano che batte per la prima volta la Diatec.

IL TABELLINO
DIATEC TRENTINO – REVIVRE MILANO 2-3 (22-25,25-20, 20-25, 25-19, 13-15)
Durata set: 30’, 27’, 27’, 25’, 20’. Tot: 2 ora e 9 minuti
DIATEC TRENTINO: Kovacevic, Hoag 13, Kozamernik, Cavuto, Vettori 15, Chiappa (L), Giannelli 7, Lanza 18, Zingel 9, Teppan, Partenio n.e., Carbonera 9, De Pandis (L). All. Lorenzetti
REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 27, Piccinelli (L) n.e., Klinkenberg 7, Daldello, Sbertoli 5, Tondo 1., Schott 15, Piano 11, Galassi 5, Averill 5, Fanuli (L), Preti. All. Giani
NOTE: DIATEC TRENTINO: 12 muri, 4 ace, 25 errori in battuta, 53% in attacco, 43% (29% perfette) in ricezione. REVIVRE MILANO: 11 muri, 11 ace, 21 errori in battuta, 47% in attacco, 45% (28% perfette) in ricezione.

Esordio migliore non poteva esserci per la Revivre Milano. In un sol colpo, alla prima di Regular Season, la squadra di Giani espugna il fortino del PalaTrento (nella scorsa stagione violato una sola volta dalla Lube tra Campionato, Coppa Italia, Cev Cup e Regular Season), batte la Diatec Trentino per la prima volta nella storia (6 confronti prima di questo e 6 vittorie Diatec), nega il successo numero 500 dei padroni di casa e conquista una gara ricca di emozioni.

Alla terza trasferta consecutiva dopo Frosinone e Verona, le energie milanesi potevano essere al limite, ma la prova corale di questa sera (senza Cebulj) ha mostrato una Revivre in splendida forma e dal carattere vincente. La chiave del match, dopo la vittoria del primo parziale ed il pareggio immediato di Trento, è il turno al servizio di Nimir Abdel Aziz (MVP a fine serata) nel terzo parziale: Revivre sotto 16-9, ribaltamento di fronte grazie alle bordate dell’opposto milanese (16-17) e vittoria del parziale. Nuovo pareggio di Trento e nel tie break Giani pesca dal mazzo la carta Galassi (al posto di Averill) che sigla 5 punti (3 su 3 in attacco e 2 a muro) consentendo alla Revivre di chiudere la contesa a proprio favore.
Guardando ai numeri, Nimir è il migliore del match con 27 punti (49% in attacco, 1 muro 4 ace) seguito dai 15 di Schott e dagli 11 di Piano (4 a muro). Per Trento 18 per Lanza, 15 per Vettori e 13 per l’ex Hoag.

Riccardo Sbertoli (Revivre Milano): “L’abbiamo fatta grossa questa sera. Sono contentissimo per aver iniziato così la Regular Season, vincendo in un palazzetto praticamente inespugnabile. E’ il risultato del lavoro di squadra e della tenacia di tutti quanti; c’era tensione in campo, ma era quella tensione positiva in cui tutti volevano dare il massimo su ogni pallone. Abbiamo impostato bene la partita, siamo riusciti a metterli in difficoltà, reagendo nei momenti in cui Trento ha fatto vedere ottime giocate. Abbiamo avuto pazienza e siamo riusciti a vincere. Nimir ha fatto la differenza nel terzo set: bravo lui per quella serie di battute, ma anche bravi noi a rigiocare le palle break che ci tornavano. Bene poi nel tie break , dove siamo usciti con determinazione nella seconda fase del parziale”.

Andrea Giani (allenatore Revivre Milano): “Siamo stati bravi e la lucidità nel portare a casa questa vittoria su un campo quasi impossibile da battere. Un buon primo passo in Regular Seaso anche se il lavoro da fare è ancora molto. Nonostante il successo il bicchiere non è completamente pieno: abbiamo sofferto nel secondo e quarto parziale e se non fosse stato per la fiammata di Nimir nel terzo set forse le cose sarebbero andate diversamente. Sono comunque contento della vittoria, e bravi ai ragazzi per la pazienza e la lucidità avuta anche nel tie break. Ho scelto di partire con Galassi nel quinto per innalzare il nostro livello di gioco e la mossa è stata vincente. Molto bravo lui a essere determinante in attacco in situazioni non semplici, brava a tutta la squadra a rimanere sempre unita”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Diatec Trentino: Giannelli-Vettori, Zingel-Eder, Lanza-Hoag, De Pandis (L).
Revivre Milano: Sbertoli-Abdel-Aziz, Piano-Averill, Schott-Klinkenberg, Fanuli (L).

1° SET
Come a Frosinone e a Sora, la partenza di Milano è fulminante: il secondo tocco di Sbertoli e l’out di Vettori regalano il +4 a Milano (8-12, tempo Lorenzetti). Piano ha la palla del +6 ma mada out come Schott e Giani chiede time out (10-13). Milano tira forte in battuta ma Trento riesce ad essere costante nel cambio palla recuperando anche due lunghezze (18-19). Nimir pesca però l’ace del nuovo +3 (18-21, tempo Lorenzetti). Cambio palla fluido pure per la Revivre e con Ruben Schott chiude la prima contesa (22-25).
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: TRENTO: Lanza 6, Hoag 4. MILANO: Nimi 8, Schott 4.
Muri: TRENTO: 1. MILANO: 1.
Battute (Ace/Errori): TRENTO: 0/6. MILANO: 2/2.
Attacco: TRENTO: 53%. MILANO: 54%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). TRENTO: 57%(26%). MILANO: 69%(25%).

2° SET.
All’ottima partenza di Milano, replica Trento con Lanza che ferma Schott (5-2). Serie di cambi palla fino al muro di Klinkenberg su Vettori che porta Milano sul -1 (11-10). Palla troppo vicina a rete per Nimir che tocca la rete e subito dopo Klinkenberg manda out il pallonetto consentendo il +4 Trento (15-11, tempo Giani). La Revivre può accorciare ma è sfortunata con Nimir a chiudere positivamente (16-12, tempo Giani). Nessun break per la Revivre che vede Trento mantenere il vantaggio (25-20).
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: TRENTO: Vettori 5. MILANO: Nimir 5, Piano 3.
Muri: TRENTO: 3. MILANO: 3 (Piano 2).
Battute (Ace/Errori): TRENTO: 0/7. MILANO: 0/3.
Attacco: TRENTO: 54%. MILANO: 41%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). TRENTO: 47%(41%). MILANO: 33%(22%).

3° SET.
E’ l’ex Hoag a regalare il primo break del parziale (7-5). Imprecisione in palleggio per Sbertoli che porta Schott a commettere fallo di invasione e a Giani a chiedere il tempo (9-6). Muro a due su Averill (+4 Trento, 11-7), primo tempo di Zingel (+5, 14-9), ace di Giannelli (+6, 15-9) e muro di Lanza su Nimir (+7, 15-9): così scava il suo vantaggio Trento e Giani chiede di nuovo time out. Qui perà cambia la gara. La grinta di Nimir si scatena in battuta: ace del -5 e altra botta per la rigiocata punto di Klinkenberg (-4, 16-12 e tempo Lorenzetti). Piano ferma Vettori (16-13) e poi showtime ancora di Nimir: ace (16-14), ace (16-15), bomba e rigiocata di Piano (16-16), difesa d’istinto e palla nella metà campo trentina (16-17). Si è rigenerata la Revivre: Piano ferma Eder al centro (17-19, tempo Lorenzetti), Sbertoli blocca Hoag (17-20) e poi sigla l’ace del 19-23. Schott ferma il neo entrato Cavuto (19-24) e poi pennella l’attacco che vale la chiusura del set (20-25).
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: TRENTO: Lanza 3, Hoag 3. MILANO: 6 Nimir, 4 Schott.
Muri: TRENTO: 3. MILANO: 5.
Battute (Ace/Errori): TRENTO: 1/4. MILANO: 4/6.
Attacco: TRENTO: 47%. MILANO: 50%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). TRENTO: 32%(16%). MILANO: 50%(31%).

4° SET.
Trento parte decisa fermando due volte Nimir (5-1). Ace di Schott (5-3) ma Giannelli risponde sempre dai nove metri per il +6 Trento (9-4). Milano non vuole mollare anche in questo parziale e con Schott si riavvicina (11-8). Lanza rispedisce Milano a -5 (14-9), Schott al servizio la fa tornare a -3 (14-11), ma Trento sfrutta gli errori in battuta di Milano per mantenere il vantaggio ed allungare dopo l’invasione di Sbertoli (20-14). Recupera qualche lunghezza la Revivre con l’ace di Sbertoli (22-18, tempo Lorenzetti), ma Trento chiude con Zingel (25-19).

STATISTICHE 4° SET:
Best scorer: TRENTO: Vettori 4, Giannelli 4. MILANO: Nimir 4, Schott 4.
Muri: TRENTO: 4. MILANO: 0.
Battute (Ace/Errori): TRENTO: 2/5. MILANO: 3/6.
Attacco: TRENTO: 58%. MILANO: 37%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). TRENTO: 31%(31%). MILANO: 25%(25%).

 

5 ° SET.
Giani sceglie Galassi nel tie break al posto di Averill. Ace di Hoag (2-0) risposta di Schott (2-3). Equilibrio in campo tra le due squadre (5-5, attacco di Nimir), Galassi mura Vettori e al cambio di campo la Revivre è avanti (7-8). Ancora Galassi a muro ferma Eder (7-9, tempo Lorenzetti), segue l’ace di Piano (7-10) e poi il video check nega la palla del +4 di Nimir (contesa e 7-10). Palla che pesa, con Trento che si riavvicina (9-10, tempo Giani). Galassi pronto in primo tempo e Milano mantiene il cambio palla (10-12), Nimir regala due palle match alla Revivre (12-14) ed è l’opposto olandese a chiudere il match (13-15). .

STATISTICHE 5° SET:
Best scorer: TRENTO: Lanza 4, Vettori 2. MILANO: Galassi 5, Nimi 4.
Muri: TRENTO: 1. MILANO 2 (Galassi).
Battute (Ace/Errori): TRENTO: 1/3. MILANO: 2/4.
Attacco: TRENTO: 55%. MILANO: 57%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). TRENTO: 45%(36%). MILANO: 60%(40%).

——————————

2a Giornata Andata Regular Season SuperLega UnipolSai
E’ una splendida Revivre. Il Derby è di Milano. Vittoria per 3-1 su Monza e terzo posto in classifica

IL TABELLINO
REVIVRE MILANO – GI GROUP MONZA 3-1 (25-20, 25-23, 20-25, 25-21)
Durata set: 28’, 29’, 28’, 28’. Tot: 1 ora e 53 minuti
REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 28, Piccinelli (L) n.e., Klinkenberg 16, Daldello, Sbertoli 3, Tondo n.e., Schott 6, Piano 2, Galassi 1, Averill 8, Fanuli (L), Preti. All. Giani
GI GROUP MONZA: Buti 5, Arasomwan n.e., Dzavoronok 12, Brunetti n.e., Finger 5, Shoji 2, Walsh n.e., Rizzo (L), Langlois, Botto 12, Terpin, Beretta 8, Hirsch 15. All. Falasca
NOTE: REVIVRE MILANO: 8 muri, 10 ace, 22 errori in battuta, 45% in attacco, 41% (23% perfette) in ricezione. GI GROUP MONZA: 5 muri, 7 ace, 20 errori in battuta, 44% in attacco, 44% (18% perfette) in ricezione.

Seconda gara di SuperLega UnipolSai e secondo successo per la Revivre Milano che alla prima assoluta casalinga della stagione tra Regular Season, Coppa Italia e amichevoli batte per 3-1 (25-21, 25-23, 20-25, 25-21) e conquista altri 3 punti dopo i 2 conquistati a Trento sette giorni fa.
Una super prova della squadra di Andrea Giani che regala la gioia ai tanti tifosi accorsi questa sera al PalaYamamay ed in particolare ad una grande sostenitrice della squadra: la Signora Margerita, mamma del Presidente Lucio Fusaro, che questa sera ha festeggiato 91 anni.
Un match bello, equilibrato e combattuto da ambo le parti dove a fare la differenza è stato ancora una volta il servizio: 10 ace per Milano, decisivi nei 3 set vinti meneghini, 7 per Monza, 5 piazzati solamente nel terzo parziale. Alla fine però ha prevalso Milano che ha dimostrato ancora una volta la decisa impronta voluta sia nel carattere che nel gioco dal proprio allenatore Andrea Giani. Terzo posto in classifica per la Revivre.
MVP della gara è ancora una volta Nimir Abdel-Aziz: 28 punti, 50% in attacco 1 muro e 6 aces. Serata super anche per Kevin Klinkenberg, secondo miglior realizzatore dell’incontro con 16 punti (57% in attacco, 2 muri ed 1 ace, quello della vittoria). Per Monza 15 i punti messi a terra da Hirsch, partito inizialmente dalla panchina, 12 per Botto e 12 per Dzavoronok.

Nimir Abdel Aziz (Revivre Milano): “Prime due partite e due vittorie, speriamo di continuare così. E’ stata una partita molto difficile con Monza soprattutto dopo una settimana carica di lavoro in palestra. Non abbiamo mai mollato, abbiamo continuato con il nostro sistema di gioco e l’abbiamo portata a casa. Stasera è una vittoria di squadra, tutti hanno fatto una bellissima partita. Giovedì c’è la Lube: vediamo cosa succederà”.

Iacopo Botto (Gi Group Monza). “Una gara lottata, forse noi abbiamo sprecato molte più occasioni nell’arco della partita segno che dobbiamo ancora lavorare molto per migliorare il nostro gioco e ridurre gli errori. Sappiamo comunque di essere una squadra forte, ma dobbiamo ancora crescere come gioco. Milano è una formazione che è cresciuta molto rispetto alla scorsa stagione: sarà un campionato lungo e difficile”.

LA PARTITA

LE FORMAZIONI
Revivre Milano: Sbertoli-Abdel-Aziz, Piano-Averill, Schott-Klinkenberg, Fanuli (L).
Gi Group Monza:
Shoji-Finger, Buti-Beretta, BottoDzavoronok, Rizzo (L).

1° SET
Danno veramente spettacolo le due squadre con lunghe azioni che strappano gli applausi del PalaYamamay. Molto equilibrio con Monza che prova indue frangenti a scappare (5-7 e 9-11). Giani chiama time out dopo il muro di Botto su Nimir (10-13). La Revivre però rimane lì vicina e con Ruben Schott prima accorcia in contrattacco (14-15, bella difesa di Klinkenberg) poi tira due ace del pareggio e sorpasso (17-16, tempo Falasca). Rientro in campo ed altra battuta vincente per il tedesco (18-16) e attacco out di Dzavoronok (19-16, tempo Monza). Dilaga ora la Revivre con un muro di Nimir su Laglois (21-17, dentro Hirsch). Klinkenberg regala la prima palla set a Milano (24-19), chiude un errore di Hirsch (25-20).
STATISTICHE 1° SET:
Best scorer: MILANO: Nimir 5, Schott 4, Klinkenberg 4. MONZA: Dzavoronok 3, Finger 3.
Muri: MILANO: 2, MONZA: 2
Battute (Ace/Errori): MILANO: 4/8, MONZA: 0/4.
Attacco: MILANO: 41%, MONZA: 32%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 56%(38%). MONZA: 41%(18%).

2° SET.
Partenza sprint di Monza grazie al servizio (2-5), ma la tenacia di Klinkenberg a muro ed in attacco e l’ace di Nimir riportano prima la parità (6-6) e poi al nuovo sorpasso (7-6). Altro punto di Nimir in battuta (8-6), anche se due errori millimetrici di Schott in attacco riavvicinano Monza (10-10). Questa volta gli applausi dopo una azione combattuta li prende la Revivre (17-16) che prova ancora a scappare dopo l’invasione do Finger (18-16). Nuovo pareggio di Monza (19-19) che si porta avanti con Dzovoronok (19-20, tempo Giani). Nimr tira la bomba che mette in difficoltà Monza in attacco (22-21, tempo Monza) e poi trova l’ace del 23-21. Piano manda out (23-23, tempo Giani), mentre Nimir risolve una situazione difficile tirando una palla di coraggio (24-23, dentro Cebulj per Schott, esordio per lo sloveno). L’olandese è scatenato ed i rigiocata chiude il secondo set (25-23).
STATISTICHE 2° SET:
Best scorer: MILANO: Nimir 11. MONZA: Dzavoronok 3.
Muri: MILANO: 1, MONZA: 0.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 4/6, MONZA: 1/6.
Attacco: MILANO: 40%, MONZA: 44%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 33%(22%). MONZA: 39%(17%).

3° SET.
La Revivre tenta subito di mettere punti di distacco tra se e Monza (attacco di Schott, 9-7 e tempo Monza). Botto pesca l’ace del pareggio (9-9) poi è Hirsch a trovare la tripletta dai nove metri (11-14) seguito da Dzavoronok (13-18). In campo Daldello e Galassi per Sbertoli e Piano. Passaggio a vuoto della Revivre, che prova a recuperare nel finale (dal 17-24 al 20-24) ma Monza ne approfitta per accorciare le distanze (20-25, pipe in campo di Botto)
STATISTICHE 3° SET:
Best scorer: MILANO: Nimir 8, Klinkenberg 4. MONZA: Hirsch 7, Botto 5
Muri: MILANO: 0. MONZA: 2.
Battute (Ace/Errori): MILANO: 0/5, MONZA: 5/7.
Attacco: MILANO: 38%, MONZA: 43%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 29%(12%). MONZA: 62%(25%).

4° SET.
Equilibrio spezzato dal turno al servizio di Nimir che oltre dai nove metri punge anche in attacco (14-11). Monza recupera con Dzavoronok in attacco (18-17) e poi pareggia a quota 19-19. Grande difesa di Averill e ottimo contrattacco di Klinkenberg che costringono Monza all’errore (21-19). Klinkeberg esulta dopo il muro stampato su Hirsch (22-19, tempo Falasca) e anche dopo l’attacco del 24-21. Chiude l’ace di Klinkenberg (25-21).
STATISTICHE 4° SET:
Best scorer: MILANO: Nimir 8, Klinkenberg 6. MONZA: Hirsch 6, Beretta 5.
Muri: MILANO: 5. MONZA: 1
Battute (Ace/Errori): MILANO: 2/3, MONZA: 1/3.
Attacco: MILANO: 65%, MONZA: 59%.
Ricezione (Positiva(Perfetta)). MILANO: 47%(21%). MONZA: 38%(14%).

 

Gabriele Pirruccio
Ufficio Stampa e Social Media Manager
Powervolley Revivre Milano
Cell. 349 2375428
Cell. 3477923273

 

The following two tabs change content below.

Giampaolo Santini

Editore a Sport & Work
Editore - Vice-Presidente Scrum Italia