Trezzano Calcio: Raggiunta la salvezza si apre la crisi della società

TREZZANO – SARONNO: 2-2
Marcatori: 23′ De Lucia(T) 33′ Surace(S) 23’st Filadelfia(T) 29’st Ceci(S)

Festa grande sul Naviglio con il Trezzano che sancisce la salvezza con il pari interno contro il Saronno, senza quindi preoccuparsi dei risultati sui campi del Brera e del Pavia, una salvezza conquistata con merito con una striscia positiva di 6 giornate che ha portato 4 vittorie e 2 pareggi.

Trezzano fa festa già poco prima del fischio d’inizio quando Fabio Filadelfia riceve applausi dalla tribuna e maglia celebrativa dalle mani dell’amministratore delegato Paolo Vaccarello per le 150 presenze in gialloblu del capitano.

Negli undici iniziali la novità è rappresentata dall’esordio dell’esterno destro Nappi, a formare il tridente d’attacco con Colombo e Cataldo, a centrocampo torna Monetti a giostrare vicino a Filadelfia e Cozzi, in difesa confermato lo schieramento delle ultime giornate.

Nella fase iniziale del primo tempo è il Trezzano a mostrarsi pericoloso in avanti ma pecca nella mira fino al 23′ quando Colombo sulla trequarti vede De Lucia involarsi verso l’area avversaria, assist perfetto e destro a infilare Giorgetti.

Il gol sveglia il Saronno che va vicinissimo al pari con Di Pierro al 25′ quando di testa manda sulla traversa, la palla resta poi in area per la conclusione di Fall salvata sulla linea dalla nostra difesa; ed è ancora Di Pierro a rendersi pericoloso al 28′ ma Bunt strepitoso manda in angolo.

Gli sforzi profusi dal Saronno trovano il premio al 33′ con il pareggio realizzato di testa da Surace a incrociare sul secondo palo, nulla da fare per Bunt.

Si va alla ripresa e sale in cattedra capitan Filadelfia che prova in più occasioni a scardinare la difesa saronnese: la ciliegina sulle 150 presenze arriva al 68′ con un diagonale destro che ci riporta in vantaggio.

La gara ha ancora sussulti ed al 74′ il definitivo pari lo realizza Ceci in scivolata, un risultato questo che darà modo ad entrambe le squadre la conferma dell’Eccellenza per la prossima stagione.

Nel finale spazio anche per l’esordio di Moro a sostituire Bunt.

Il Trezzano chiude così al 10° posto con 38 punti, la salvezza è un giusto premio a quanto i ragazzi hanno saputo trovare dentro di sé soprattutto nei momenti di difficoltà, credendoci sempre, mollando mai; la salvezza è un giusto premio a mister Emanuel Rossi che pur giovane ed alla primissima esperienza con una prima squadra ha saputo portare idee e motivazioni, portando risultati senza per questo rinunciare ad avere un gioco.

TREZZANO: Bunt (43’st Moro), Allegretti, Dolce, Nappi (39’st De Feudis), Torrisi(17’st Romano), De Lucia, Filadelfia, Cozzi, Colombo, Monetti, Cataldo

A disp.: Genovese, Contini, Maragno, Ruberto

All. Rossi

SARONNO: Giorgetti, Panzeri, Della Volpe, Pacifico, Sposito, Pisoni, Di Pierro (25’st Bonfante), Fall, Surace, Scavo M., Ceci (39’st Massironi)

A disp.: Cortese, Giudici, Deservi, Niesi, Scavo G.

All. Antonelli

Arbitro: Romaniello di Napoli

Note: Giornata soleggiata, terreno in ottime condizioni, spettatori 200 circa.

Ammoniti: Cozzi(T)

Angoli: 7-1 per il Trezzano

Recupero: 0′ / 3′

—————————-

Il Trezzano Calcio rende noto quanto comunicato nelle scorse ore dal Direttore sportivo Tullio Rea, che per problematiche professionali e familiari rassegna in modo irrevocabile le dimissioni dal ruolo ricoperto negli ultimi anni per la nostra società, ringraziandola per l’opportunità avuta.

La notizia, seppure nell’aria da tempo per gli impegni di lavoro sempre più fitti, viene accolta con sommo rammarico dal Presidente Oreste Testori unitamente al Vice Presidente Costantino Sessa ed all’Amministratore Delegato Paolo Vaccarello.

Il Trezzano Calcio ringrazia con affetto e profonda stima l’uomo che per anni è stato il primo collante tra la squadra e la società, il punto di riferimento per tutti i giocatori che si sono succeduti negli anni e augura a Rea le migliori fortune lavorative.

———————————-

Comunicato stampa

Il Consiglio Direttivo del Trezzano Calcio, preso atto delle numerose e incontrollate voci di smobilitazione nate immediatamente dopo il raggiunto traguardo sportivo della salvezza nel campionato di Eccellenza, ed allo scopo di metterne fine ritiene doveroso comunicare attraverso questa nota l’assoluta serenità che deve circondare tutto l’ambiente legato alla nostra società sportiva.

Oreste Testori e Costantino Sessa, Presidenti e anime della Trezzano Calcio, per oltre trent’anni sono stati protagonisti nel panorama calcistico locale, attraverso vari sodalizi di cui il Trezzano Calcio rappresenta l’apice.

In tutti questi anni hanno profuso energie umane ed economiche, facendo fronte agli impegni ed alle difficoltà che comportava la gestione di una società sportiva che ha raggiunto il semi professionismo.

La dirigenza del Trezzano Calcio, evidenziando in modo innegabile l’appesantimento economico necessario al mantenimento di un dignitoso progetto sportivo, progetto che riguarda 250 ragazzi e 250 famiglie della nostra comunità, ed allo stesso modo evidenziando in modo innegabile la mancanza di supporto e di aiuto nelle istituzioni e/o nella Diocesi di Trezzano sul Naviglio, proprietaria del terreno in cui è locato il nostro Centro Sportivo, comunica che in attesa di prossimi incontri con i suddetti enti sta valutando con estrema serietà l’esistenza delle condizioni necessarie per andare avanti.

Mossi dal genuino auspicio che l’esperienza ed i risultati di tutti questi anni non vengano vanificati, hanno deciso di rendere pubbliche le loro preoccupazioni, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e accendere i riflettori sul Trezzano calcio.

Tale soluzione vuole tutelare le decine di ragazzi che vestono attualmente la maglia del Trezzano calcio, primi fra tutti quelli delle categorie minori, ai quali va il primo pensiero; tutti gli addetti che a vario titolo hanno fornito il loro contributo; gli appassionati che hanno sostenuto il sodalizio.

Nel rispetto di tutti loro, il direttivo tutto non nega le pressioni derivate dall’interessamento di società e di privati, ma l’amore verso Trezzano e verso il Trezzano Calcio mostrato da sempre dalla storica dirigenza, e che negli anni ha saputo dare spessore alla nostra realtà, non permetterà in alcun modo la perdita di questo spazio vitale ed ineluttabilmente prezioso per tutto il territorio di Trezzano sul Naviglio e garantisce che qual’ora venissero a mancare le condizioni per proseguire si prodigherà per cercare soluzioni che diano continuità a quanto fin qui svolto.

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Giampaolo Santini

Editore a Sport & Work
Editore - Vice-Presidente Scrum Italia