Il Mattoncino Lego conquista Trezzano sul Naviglio

Sulla base dei numeri precedenti si poteva ipotizzare un pubblico d’eccellenza (per occorrenza era stato studiato un percorso logico di entrata ed uscita) ma sicuramente la Proloco di Trezzano, organizzatrice dell’evento, non pensava che l’arte dei “Palazzinari della Lego” avesse tanto seguito.

Ebbene, presso il Centro Socio Culturale, la mostra iniziata sabato 25 e terminata domenica 26 febbraio, ha visto una affluenza record di visitatori, circa 2000, con code in entrata abbastanza rilevanti.
Per la gioia dei più piccoli che hanno usufruito anche di un angolo giochi tutto per loro e per il grande interesse dimostrato dai papà e dalle mamme, non ricordiamo così tanta affluenza a qualche evento trezzanese.

E’ stato l’evento di sempre per Trezzano. Sono stati invitati 18 espositori che hanno presentato i loro lavori, emozionali, complicati, semplici, d’impatto.

Il gruppo BrianzaLug nasce nel 2012, composto da persone accomunati da una stessa passione: LEGO.

E’ una comunità indipendente non sponsorizzata avente per obiettivo lo scambio di notizie, idee e tutto quello attinente alla Lego.

Provenienti da una posizione geografica similare (brianza, basso comasco, varesotto) hanno cominciato ad incontrarsi e a scambiarsi consigli ed informazioni.

Parlando con alcuni di loro, Francesco è la persona che coordina il gruppo, abbiamo potuto accertare che oltre alla passione c’è una grande competenza tecnica, una conoscenza specifica dei particolari standardizzati, specialmente quelli di nuova uscita, questo permette di poter progettare i modelli. Luca che di mestiere fa l’ingegnere è sicuramente in vantaggio ad altri proprio nella fare della creazione.
Questo per dire che per fare un modello a progetto in scala non vuol dire mettere mattone su mattone ma ci vuole molto di più!!

Chi non ricorda E.T. , Wally, quadri di storie giapponesi di Madame Butterfly, l’acquario, un centro commerciale con tanto di Ikea, Esselunga e trenino funzionante!

Basi spaziali, scene di guerra, per poi rifarsi gli occhi con le meravigliose Ferrari, macchine che hanno fatto un’epoca della Formula 1, Bmv, Ford, ricostruite a progetto e non da scatole di montaggio, macchine di sistemi ecologici come compattatori con caricamento frontale, spazzatrici, bisarca per trasporto autovetture, jeep, macchine movimento terra, alcuni splendidi mosaici raffiguranti Super Mario, i Simpson, Jessica Rabbit, e inoltre castelli medioevali, sale motori dell’Enterprice, una particolare ricostruzione della chiesa e del campanile della chiesa di Cantalupo (Parabiago).

E’ stata una due-giorni appassionante, per la gioia dei bambini che fino a tarda sera non volevano lasciare il loro angolo dei giochi. La coincidenza con il Carnevale ha consentito ai bambini di mostrarsi con le loro maschere più gettonate del momento.

Una particolare ed accorta transennatura, con percorso obbligatorio di entrata ed uscita è stata possibile grazie alla collaborazione con Ri-Maflow, ufficio tecnico del Comune di Trezzano, i tavoli gentilmente concessi dal GAT( Gruppo Aeromodellistico Trezzano) e dal Comitato TR4.

Un evento da rifare, sicuramente più in grande, come dichiarato dallo staff della Proloco Trezzano.

Giampaolo Santini

 

The following two tabs change content below.

Giampaolo Santini

Editore a Sport & Work
Editore - Vice-Presidente Scrum Italia