InfoAziende – Nuovo modello di Certificazione Unica (CU) per i redditi 2016

                                                CIRCOLARE n. 5 / 2017

InfoAziende – Nuovo modello di Certificazione Unica (CU) per i redditi 2016

Con Provv. n. 10044/2017 è stato approvato il nuovo modello di Certificazione Unica (abbreviato CU) da utilizzare per i redditi corrisposti nel 2016. Il mod. CU si suddivide in due versioni:  Ordinaria: versione completa di certificazione, va trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrare entro il 07/03/2017.  Sintetica: è una versione semplificata da consegnare ai percipienti entro il 31/03/2017 o entro 12 giorni su richiesta degli stessi in caso di interruzione del rapporto di lavoro In relazione ai redditi che non possono essere dichiarati col mod. 730** (cfr. elenco in calce alla presente), l’Agenzia delle Entrate in occasione di Telefisco 2017, ha informato che pur permanendo l’obbligo di rispetto delle scadenze previste dalla normativa, non verranno sanzionate le CU inviate oltre i termini indicati, ma comunque entro la presentazione del mod.770/2017. Si precisa che le CU relative a ritenute operate su Prestazioni Occasionali dovranno essere inviate entro il 07/03/2017.

Con riferimento alle problematiche emerse in sede di compilazione/invio delle CU degli anni precedenti si precisa che:
– La CU deve essere sottoscritta dal dichiarante o da chi ne ha la rappresentanza legale, negoziale o di fatto. La sottoscrizione con firma autografa può essere sostituita, nell’ipotesi in cui il modello venga redatto mediante l’ausilio di supporti informatici, con la dicitura “il Legale Rappresentante Cognome Nome”
– Il codice fiscale del CONIUGE NON A CARICO non è obbligatorio anche se le istruzioni specificano che “per permettere all’Agenzia delle Entrate di predisporre la dichiarazione precompilata in modo più accurato, i sostituti
potranno inserire anche il codice fiscale, comunicato dai propri dipendenti, del coniuge anche se non fiscalmente a carico”.
– Nel caso in cui il sostituto di imposta abbia erogato somme relative a redditi di lavoro autonomo a percipienti esteri privi di codice fiscale, i relativi dati saranno indicati esclusivamente nel prospetto SY del mod. 770/2017 non sussistendo per tali soggetti l’obbligo di compilazione ed invio della CU.

SERVIZIO DI INVIO ALL’ AGENZIA DELL’ENTRATE DELLA CERTIFICAZIONE UNICA 2017

Con riferimento alla gestione delle Certificazioni Uniche 2017, si informa che Lo scrivente predisporrà ed invierà le CU del personale dipendente/collaboratore/soci operativi soggetti Inail.
Per quanto riguarda le “CU – Lavoratori Autonomi” che non siano già gestite dal professionista incaricato della assistenza contabile/fiscale, i Clienti potranno avvalersi del servizio di trasmissione delle medesime fornito dallo Scrivente aderendovi con la compilazione e restituzione della “scheda adesione invio CU Autonomi” debitamente sottoscritta.
In quest’ultima ipotesi i dati da indicare sulla Certificazione Unica e da inviare all’Agenzia delle Entrate, previa verifica e quadratura contabile a carico del Cliente, dovranno essere trasmessi alla propria funzionaria di riferimento per le paghe entro e non oltre il 22.02.2017, con una delle modalità di seguito specificate:
a) modello cartaceo precompilato conforme a quello ministeriale
b) file su tracciato informatico ministeriale
c) file su tracciato predisposto dalla scrivente e fornito su richiesta
E’ necessario che tutti i dati della certificazione siano esposti puntualmente con particolare attenzione sia agli importi indicati che dovranno essere senza troncamento sia all’indicazione della lettera che identifichi la “Causale” del compenso erogato. Per una maggior chiarezza si allega elenco Causali identificative della tipologia di reddito erogato e relativa scadenza.
Vi ricordiamo che la presente circolare è consultabile anche sul ns. sito www.terrazzini.it.

*Tipologie reddituali con obbligo di invio entro e non oltre il 07.03.2017 da indicare nel modello 730/REDDITI Persone Fisiche 2017 in quanto assoggettate a ritenuta a titolo d’acconto ovvero tipologie reddituali da non indicare in nessun modello di dichiarazione in quanto la tassazione si è resa già definitiva
A – prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale
B – utilizzazione economica, da parte dell’autore o dell’inventore, di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule o informazioni relativi ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico; C – utili derivanti da contratti di associazione in partecipazione e da contratti di cointeressenza, quando l’apporto è costituito esclusivamente dalla prestazione di lavoro; D – utili spettanti ai soci promotori ed ai soci fondatori delle società di capitali; E – levata di protesti cambiari da parte dei segretari comunali; L – redditi derivanti dall’utilizzazione economica di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e informazioni relativi a esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico, che sono percepiti dagli aventi causa a titolo gratuito (ad es. eredi e legatari dell’autore e inventore); L1 – redditi derivanti dall’utilizzazione economica di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule e informazioni relativi a esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico, che sono percepiti da soggetti che abbiano acquistato a titolo oneroso i diritti alla loro utilizzazione; M – prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente; (c.d. occasionali con ritenuta al 20%) M1 – redditi derivanti dall’assunzione di obblighi di fare, di non fare o permettere; M2 – prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente per le quali sussiste l’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata ENPAPI; N – indennità di trasferta, rimborso forfetario di spese, premi e compensi erogati: – nell’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche; – in relazione a rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale di natura non professionale resi a favore di società e associazioni sportive dilettantistiche e di cori, bande e filodrammatiche da parte del direttore e dei collaboratori tecnici; O – prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente, per le quali non sussiste l’obbligo di iscrizione alla gestione separata (Circ. INPS n. 104/2001); O1 – redditi derivanti dall’assunzione di obblighi di fare, di non fare o permettere, per le quali non sussiste l’obbligo di iscrizione alla gestione separata (Circ. INPS n. 104/2001); V1 – redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente (ad esempio, provvigioni corrisposte per prestazioni occasionali ad agente o rappresentante di commercio, mediatore, procacciatore d’affari);
**Tipologie reddituali con possibilità di invio oltre il 07.03.2017, da indicare esclusivamente nel modello REDDITI Persone Fisiche 2017 in quanto assoggettate a ritenuta a titolo d’acconto ovvero tipologie reddituali da non indicare in nessun modello di dichiarazione in quanto la tassazione si è resa già definitiva
A – prestazioni di lavoro autonomo rientranti nell’esercizio di arte o professione abituale; G – indennità corrisposte per la cessazione di attività sportiva professionale; H – indennità corrisposte per la cessazione dei rapporti di agenzia delle persone fisiche e delle società di persone con esclusione delle somme maturate entro il 31 dicembre 2003, già imputate per competenza e tassate come reddito d’impresa; I – indennità corrisposte per la cessazione da funzioni notarili; P – compensi corrisposti a soggetti non residenti privi di stabile organizzazione per l’uso o la concessione in uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche che si trovano nel territorio dello Stato ovvero a società svizzere o stabili organizzazioni di società svizzere che possiedono i requisiti di cui all’art. 15, comma 2 dell’Accordo tra la Comunità europea e la Confederazione svizzera del 26 ottobre 2004 (pubblicato in G.U.C.E. del 29 dicembre 2004 n. L385/30); Q – provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio monomandatario; R – provvigioni corrisposte ad agente o rappresentante di commercio plurimandatario; S – provvigioni corrisposte a commissionario; T – provvigioni corrisposte a mediatore; U – provvigioni corrisposte a procacciatore di affari; V – provvigioni corrisposte a incaricato per le vendite a domicilio; provvigioni corrisposte a incaricato per la vendita porta a porta e per la vendita ambulante di giornali quotidiani e periodici (L. 25 febbraio 1987, n. 67); V2 – redditi derivanti dalle prestazioni non esercitate abitualmente rese dagli incaricati alla vendita diretta a domicilio; W – corrispettivi erogati nel 2016 per prestazioni relative a contratti d’appalto cui si sono resi applicabili le disposizioni contenute nell’art. 25-ter del D.P.R. n. 600 del 29 settembre 1973; X – canoni corrisposti nel 2004 da società o enti residenti ovvero da stabili organizzazioni di società estere di cui all’art. 26-quater, comma 1, lett. a) e b) del D.P.R. 600 del 29 settembre 1973, a società o stabili organizzazioni di società, situate in altro stato membro dell’Unione Europea in presenza dei requisiti di cui al citato art. 26-quater, del D.P.R. 600 del 29 settembre 1973, per i quali è stato effettuato, nell’anno 2006, il rimborso della ritenuta ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 30 maggio 2005 n. 143; Y – canoni corrisposti dal 1° gennaio 2005 al 26 luglio 2005 da società o enti residenti ovvero da stabili organizzazioni di società estere di cui all’art. 26-quater, comma 1, lett. a) e b) del D.P.R. n. 600 del 29 settembre 1973, a società o stabili organizzazioni di società, situate in altro stato membro dell’Unione Europea in presenza dei requisiti di cui al citato art. 26-quater, del D.P.R. n. 600 del 29 settembre 1973, per i quali è stato effettuato, nell’anno 2006, il rimborso della ritenuta ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 30 maggio 2005 n. 143; ZO – titolo diverso dai precedenti.

The following two tabs change content below.

Giampaolo Santini

Editore a Sport & Work
Editore - Vice-Presidente Scrum Italia