Il destino delle stars dallo sport al management

on

Più volte abbiamo fatto riferimento alla metafora sportiva o meglio all’analogia tra le caratteristiche degli Atleti e quelle dei Manager (o Imprenditori) e questo è successo perché il mondo dello Sport presenta costantemente storie bellissime e profonde che consentono riflessioni sul valore dell’uomo.

Ad esempio al Giro d’Italia abbiamo assistito ad un evento incredibile, un crollo di un predestinato a vincere, la sua resurrezione sulle Grandi Montagne e l’impresa di una vittoria che sembrava ormai impossibile.

Al di là del tifo italico dobbiamo anche ricordare personaggi altrettanto importanti quanto Nibali, dallo sfortunato olandese dal nome impronunciabile K…… al sorridente Chaves (“non è una guerra, è solo sport”) che ha conquistato tutti, all’indomito Valverde che bene o male è sempre lì sul pezzo.

La storia ha premiato lui, il Nibali che oltre ad essere veramente bravo e forte sulle estreme salite, è, appunto un predestinato: la fortuna aiuta gli audaci e le stelle stanno a guardare le sue imprese (senza la stramba caduta di K……forse il film sarebbe cambiato e senza una squadra come l’Astana non ce l’avrebbe fatta).

A livelli diversi di impegno, ma non di classe, appare simile il destino di CR7 che, minato nel fisico è riuscito comunque a giocare, rendendo poco, forse sbagliando un goal (anche per merito del portiere avversario), ma trovandosi al posto giusto nel momento giusto quando si trattava di segnare il goal della vittoria sull’ultimo rigore, così passa alla storia la star dei realmadrileni. E’ incredibile, ma è proprio così, anche non brillando il fenomeno è lui, perché a lui tocca il tocco vincente.

C’è qualche cosa di straordinario che riguarda questi personaggi baciati dal destino, quando serve la loro maestria o la loro forza, loro ci sono e il successo è assicurato.

Come se ci fosse un campo elettromagnetico che attrae l’evento esaltante e loro non si sottraggono alla missione che il destino ha scelto per loro.

Anche tra i Top Manager, tra coloro che cambiano le Aziende e le storie industriali, capita qualcosa del genere, si trovano al momento giusto nel posto giusto e azzeccano la manovra che darà la vittoria.

Quante Imprese, quante Aziende, hanno vissuto sulla scorta delle idee vincenti di uomini illuminati, persone che hanno inciso sul futuro “credendoci” (come ci ha creduto la mano della Federica nazionale, la potenza alpina di Nibali quando ha gettato alle ortiche le tensioni e il “dover” vincere, la straordinaria determinazione del risorto Albert Schwaizer, il piedino fatato di Cristiano Ronaldo).

Ecco, in qualche modo i Manager (e gli Imprenditori) alle prese con sfide altrettanto potenti, possono attingere a queste storie di successo, attirando la chance che porta le loro strategie a conseguire i risultati economici di cui necessitano, loro e tutti i loro Collaboratori.

Bisogna avere “Visione”, credere nella propria “Missione”, impegnare ogni stilla di energia per ottenere ciò che assicura il successo, coinvolgere e stimolare tutta la squadra a dare il meglio di sé, perseverare nella strada giusta intrapresa, focalizzarsi sugli obiettivi, essere consapevoli che il destino lo si crea giorno per giorno, tutti insieme.

Così se il pubblico ama le sue star, il mondo aziendale apprezza chi sa portare al successo.

Giorgio Cozzi

Giorgio Cozzi, Sociologo e Psicologo
– CEO di ISO Interventi Socio Organizzativi Srl
– Partner Italiano di Extended Disc (Piattaforma evoluta di Analisi dei Comportamenti)
– ex Presidente di ASSORES (Associazione fra Società di Selezione)
– Membro attivo di CRESCITA (Associazione fra Società di Ricerca e Selezione del Personale)
– Autore di Turbomanagement – Sperlimg & Kupfer (con Bucci e Sprega)
– Autore di Turbomanagement 2 – Franco Angeli Editore
– Autore di Cambia, Adesso! – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Autore di Le parole segrete della vendita – Seneca Editore (con Gianluigi Olivari)
– Trainer e Coach
– Esperto di BBS (Behavior Based Safety)
– Ha lavorato in Azienda presso Banca Popolare di Novara – Cotonificio Cantoni – Plasmon
– Ha lavorato vent’anni in un Gruppo Internazionale di Training (Tack International)
– Ha partecipato a Convegni Internazionali e Nazionali sul mondo del lavoro

(Presidente di AISM, Associazione Italiana Scientifica di Metapsichica, autore di libri sulla Parapsicologia).