Scuola: il “sostegno” viene sempre applicato con dignità?

on

Scandaloso, è difficile vedere e sentire qualcosa di così scandaloso.

Quella scatola chiamata televisore a volte serve per vedere e sentire cose e fatti definibili semplicemente scandalosi.

Il 17 settembre nella trasmissione condotta da Paolo Del Debbio è stata intervistata la mamma di una ragazza portatrice di grave handicap.

La signora con molta dignità e compostezza, unite ad evidente dolore, denunciava il fatto che a causa della mancanza dell’insegnante di sostegno giustamente spettante alla figlia portatrice di handicap la stessa è rimasta nella sua pipì dalle 7.40 del mattino alle ore 13.00.

Inoltre ha descritto una situazione altrettanto vergognosa accaduta ad un ragazzo di 15 anni anch’esso portatore di gravi handicap.

Il ragazzo è stato trovato dalla mamma a brucare l’erba del prato insito nella scuola mentre le persone “di sostegno” stavano chiacchierando tra loro. Il fatto è avvenuto da pochi giorni a Busto Arsizio.

Alla vergogna però non vi sono limiti allo scandalo neppure. Nella trasmissione sono intervenute figure politiche di centrodestra, di centro sinistra ed altro, sembravano essere elefanti, con tutto il rispetto per questo nobile animale, lasciati muovere in una cristalleria. Sensibilità verso le mamme di queste creature decisamente sfortunate e verso le stesse portatrici di handicap? Indefinibile, vergognosamente indefinibile ….l’unico elemento che appariva evidente una conflittualità partitica . L’ una contro l’attuale Governo, il Presidente del Consiglio, il Ministro della Pubblica Istruzione, l’altra a tacciare la prima.

Il problema dei due ragazzi? da primario e fondamentale è divenuto secondario ……prima il conflitto partitico ad un certo punto è intervenuta una terza ospite che ha fatto rilevare il fatto che:

“I sostegni” erano sottopagati. Il Conduttore è giustamente esploso. Il telespettatore occasionale vi dice ……ma come facciamo a sopportare ancora questo schifo? Come possiamo permettere che ragazzi portatori di handicap debbano portare, come se non bastassero le loro difficoltà, anche questa vergogna questi scandali. Gli insegnanti…pardon docenti delle scuole medie hanno diciotto ore di insegnamento a settimana gli altri lavoratori ne fanno almeno trentasette.

Gli scontri partitici sono ormai all’ordine del giorno, ciascuna fazione è di contrasto all’altra rinfacciandosi reciprocamente solo colpe ma tutte le fazioni o quasi sono state al Governo negli ultimi venticinque anni e cosa hanno fatto per eliminare tragiche situazioni come quelle descritte ? Chiediamocelo e riflettiamo seriamente.

Qualora fossimo noi i genitori di questi o di altri ragazzi e ragazze con gravi handicap come ci sentiremo se non abbandonati a noi stessi in una Italia dove l’unico vero certo supporto è dato dalle Associazioni di Volontariato.

E’ questa l’Italia che vogliamo è questa l’ Italia per cui ci commoviamo quando sentiamo e cantiamo l’ Inno Nazionale ? E’ questa l’Italia per cui i nostri Genitori, i nostri nonni i nostri bisnonni hanno sofferto e combattuto ?

Noi che abbiamo sempre pagato sino all’ultimo centesimo le tasse, noi che non abbiamo mai evaso neppure per un centesimo di lira, prima, e di euro ora ci meritiamo queste gravi ingiustizie? Ci meritiamo una classe politica che ci offre i tanti, i troppi Fiorito, una Capitale dove forme più o meno mafiose hanno dilapidato le nostre tasse, un’Italia con gli scandali “Mose”, Sesto San Giovanni e chi più ne ha ne metta perché la lista è lunga e vergognosa.

All’ estero ci osservano e dicono: Italia….MAFIA. Questa frase è una coltellata al cuore per ogni Italiano Vero.
Claudio Mantovani.