Meeting of Styles Italy – International Graffiti a Trezzano sul Naviglio

on

Nell’ambito dello sviluppo delle politiche giovanili sul territorio cittadino l’Amministrazione Comunale di Trezzano sul Naviglio ha favorito il progetto internazionale “Meeting of Styles Italy”, (MOS), progetto presentato dall’Associazione Culturale We Run The Streets di Rozzano, che, individuando alcune superfici murarie del territorio, crea oltre che l’incontro tra persone di nazionalità diverse anche l’opportunità di abbellire la cittadina.DSC_0468

DSC_0469
autore: Mariella Gentile detta Marioky

Trezzano sul Naviglio potrebbe diventare un paese culturale di alto profilo ma non solo per i graffiti  e  questa potrebbe diventare una buona base di partenza.

I graffiti hanno potuto “dare luce” a tutte quelle zone grigie, in particolare le scuole ma anche tutti quei capannoni industriali fatiscenti e carenti di manutenzione.

Dal 30 maggio al 2 giugno oltre 200 affermati writers provenienti da 4 diversi continenti hanno lavorato sul tema mondiale scelto per il 2015: “Mind Above Matter”.DSC_0482

 

 

 

 

 

DSC_0496

L’organizzazione è formata da circa 15 persone che hanno iniziato il progetto circa 8 mesi fa, tempo necessario per ottenere i permessi dal settore pubblico e dai privati e per la ricerca degli sponsor necessari al finanziamento della manifestazione, la materia prima necessaria al raggiungimento del progetto (attrezzature e bombolette).DSC_0523

Sport & Work ha intervistato alcuni organizzatori e autori di prestigiosi disegni, i quali pur contenti dell’alto grado di visibilità hanno lamentato una mancanza di promozione ed informazione globale, non sono stati fatti manifesti e la comunicazione ai cittadini è stata carente.

Abbiamo trovato Stefano Caldera, il principale organizzatore del gruppo, mentre dipingeva, con la maschera protettiva, lungo i capannoni di via Politi, insieme ad altri ragazzi entusiasti.DSC_0536

Fortunatamente non è stato vanificato il lungo e gravoso lavoro dei ragazzi ma questo ha portato ad una scarsa affluenza di pubblico, specialmente dall’hinterland.

Tra le persone intervistate c’è una ragazza, Mariella Gentile, detta Marioky, simpatica e solare, casertana di origine, trapiantata a Milano, architetto, insegna arte e tecnica in una scuola di Milano, esperta in figurativi, autrice del dipinto figurativo presente vicino la scuola Cuciniello ( ragazzo di colore).

DSC_0568
Da dx: Mariella Gentile, Stefano Caldera e altri 2 writers

Siamo venuti così a conoscenza che a questo incontro erano presenti culture e stili diversi perché ognuno ha una propria tecnica, alcuni per esempio fanno anche le sfumature.

Usano ovviamente solo bombolette spry su muri in verticale in quanto in orizzontale non sarebbe possibile l’uso, su strada vengono usati i pennelli.

DSC_0584
Mariella Gentile

La grande passione supera anche tutto quello che serve per vivere in loco, si pagano il viaggio, dormono nelle palestre comunali, ricevono un pasto al giorno gratuito.

Alcuni lavorano anche su commissione su tema specifico, facendo un bozzetto/guida su carta, la difficoltà è mantenere le giuste proporzioni per cui ogni tanto si vedono i ragazzi che si allontanano dal muro per vedere meglio il disegno.

Sono tutti consapevoli che i loro murales sono molto temporali perché messi a disposizione di tutti possono essere pasticciati se non addirittura cancellati e ridipinti sopra.

Vogliamo approfittare dell’occasione per rivolgere un appello al Sindaco Fabio Bottero, impegnato ed interessato in prima persona:

– perché gli eventi non li lasciamo fare a chi sa farli?
– perché la Proloco di Trezzano non è stata interpellata a livello organizzativo?
– perché l’evento non è stato promosso nella giusta maniera?

Troppe domande si potrebbero fare, non ultima quella che sappiamo benissimo che “attirare/stanare” i cittadini è sempre difficile ma allora, consapevolmente, perché non abbiamo messo a capo dell’organizzazione persone competenti e con alta capacità gestionale? C’era forse paura di fare flop?

Un evento che se gestito bene poteva dare maggiore lustro al Paese che si sta socialmente spegnendo lentamente nonostante le tantissime risorse.DSC_0546

I graffiti si possono vedere nelle seguenti zone:
– scuola media Cuciniello, campo base dell’organizzazione
– via Curiel
-scuola Morona
-stazione ferroviaria e dintoni
– via Politi
– sotto il ponte di via Crespi
– Parcheggio supermercato Sidis
– via Di Vittorio

Ci auguriamo che si continui su questa strada, cioè organizzare “bene” eventi che possano far vedere Trezzano sul Naviglio sotto un’altra luce.

La Redazione